Innamorarsi del/al ricetto di Candelo!

Il Ricetto di Candelo (BI)

Il primissimo suggerimento di Esplora E Gusta non poteva che essere… romantico!

Per un San Valentino fuori dal comune, infatti, andiamo a Candelo! La location è senza dubbio eccezionale: il ricetto infatti è un capolavoro medievale tra i meglio conservati del Piemonte. Una fortificazione, certo, ma anche una vera e propria cantina comunitaria dove confluiva il frutto del lavoro, della fatica, della terra di una popolazione di agricoltori: vi si può ancora ammirare un gigantesco torchio, oggi monumento dell’attività che animava questo gioiello piemontese e le campagne che lo circondano. E proprio questa sua seconda funzione, quella di cantina e deposito, ha fatto sì che si conservasse nelle sue forme originarie!

Forme… Il ricetto da più di mille anni ha una pianta più o meno pentagonale, con una superficie di circa 13.000 mq. Le cellule in cui è diviso sono circa 200, prevalentemente di proprietà privata: tutte hanno però in comune un piano terra, detto “caneva”, che era la cantina, e un primo piano, detto “solarium”, dove si mettevano le granaglie a seccare. Poi ci sono le rue, caratteristiche strade ciottolate che nascondono vere e proprie sorprese: nella Quinta Rua, per esempio, lavora un artigiano musicista tutto particolare, che costruisce e suona strumenti della tradizione popolare delle Alpi; strumenti realizzati con gli oggetti più improbabili, dal manico della zappa alle costine di maiale! A voi la curiosità di scoprire quanti e quali artisti e artigiani lavorano qui!

Di forte impatto sono naturalmente le mura di cinta, con le torri angolari circolari e la Torre del Principe. Solo il lato sud della cinta non ha l’aspetto medievale, in quanto occupato oggi dal palazzo comunale ottocentesco in stile neoclassico. Escluso questo punto, nel ricetto si respira davvero aria di Medioevo.

Per San Valentino, il Medioevo si potrà anche rivivere, con un tuffo nelle tradizioni amorose di secoli e secoli fa: attori in costume medievale guideranno le coppie di innamorati nei punti più suggestivi del ricetto, rispolverando i corteggiamenti e le scene romantiche che dovevano caratterizzare queste strade nei secoli di costruzione e di vita del borgo.

Poi sarà il turno dei ristoratori, che proporranno un menu romantico a tema.

E per concludere la serata della festa degli innamorati non potrà mancare il cinema, proprio a Candelo, al cinema Verdi, con un film romantico a sorpresa…

Insomma, un’occasione per innamorarsi di questo gioiello dell’architettura e della storia del nostro territorio e per rivivere amori senza tempo. Al fianco della persona giusta, ovviamente!

Info e prenotazioni: info@prolococandelo.it

 

Author: Giulia Varetti

Share This Post On