Vigevano e la Lomellina: tra antichità, tradizione risicola e la storia della “scarpa”

Vigevano ha il vanto di conservare la piazza più rinascimentale d’Italia, una piazza salotto realizzata a corredo del castello dei Visconti – Sforza, una piazza elegante e raffinata dominata dalla possente torre del Bramante.

Simbolo della città è anche la sua tradizione artigiana: patria della produzione di calzature, Vigevano ospita negli ambienti del castello un interessante museo che racconta la storia e l’evoluzione delle diverse varietà di scarpe, con curiosi pezzi appartenuti a personaggi storici e famosi.

La rinascimentale Piazza Ducale di Vigevano

La rinascimentale Piazza Ducale di Vigevano

La città è il punto di partenza ideale per esplorare la Lomellina, con i suoi echi di romanico immersi tra le risaie: Mortara, per esempio, è teatro di una folcloristica ed enogastronomica tradizione legata all’oca e, con la chiesa di Sant’Albino, è stazione attiva ancora oggi della Via Francigena; Lomello, invece, conserva uno dei complessi romanici più affascinanti del Nord Italia (il battistero e la cosiddetta “chiesa del Diavolo”, teatro leggendario delle nozze della regina longobarda Teodolinda); le risaie che le circondano, infine, costellate di aziende agricole funzionanti, sono lo scenario perfetto per scoprire l’affascinante mondo della produzione del riso e della cucina che ne deriva.

ITINERARIO

PARTENZA!


Visualizzazione ingrandita della mappa